Da dove arriveranno questi scatti? (© Max Prono)

L’universo narrativo di Mercy è un sontuoso affresco in cui si incontrano generi e immaginari diversi. L’ambientazione ha tutte le caratteristiche del western di frontiera, un western “del nord” in cui foreste innevate, miniere e natura selvaggia fanno da cornice ad ambientazioni urbane che spaziano dalle classiche bettole alle ville dei ricchi possidenti di provincia.

Ma non occorre scavare troppo a fondo per scoprire l’altra anima della serie, quella più oscura e spiccatamente horror/gotica. Nessuno spoiler, per carità, ma possiamo dire senza alcuna remora che la protagonista, Hellaine, nasconde più di un segreto. Ed è proprio attraverso il look sensuale di Hellaine che passa la terza anima della serie, quella più provocante e sexy.

Uno scenario così ricco di suggestioni e atmosfere non può restare relegato a un unico medium. Per questo, sin dalle sue origini, Mercy è stato concepito come progetto cross-mediale, in cui la narrazione passa attraverso mezzi e codici diversi, in modo da fornire un’esperienza ancora più appagante e completa.

Maggiori dettagli (e sorprese!) in questo senso arriveranno nei prossimi giorni, ma intanto ecco un piccolo assaggio di quel che sarà…